ASD Ossidiana

A+ A A-

L’OSSIDIANA METTE A SEGNO IL COLPO GIUSEPPE LANFRANCHI In evidenza

La società cittadina ha tesserato nel doppio ruolo di giocatore ed allenatore del settore giovanile il forte difensore peloritano. L’atleta, che vanta una lunga militanza in serie A2 con la Sport Management di Verona, ha indossato negli ultimi due anni la calottina del Cus Unime nel torneo cadetto. Da qualche settimana, è cominciata per lui una nuova avventura con la società presieduta da Nicola Germanà.

Un importante tassello è stato inserito dalla dirigenza dell’Ossidiana Messina nel mosaico della stagione sportiva di pallanuoto maschile. La società cittadina ha tesserato, infatti, nel doppio ruolo di giocatore e tecnico del settore giovanile il forte difensore peloritano Giuseppe Lanfranchi. L’atleta (classe ‘83), che vanta una lunga militanza in serie A2 con la Sport Management di Verona, ha indossato negli ultimi due anni la calottina del Cus Unime nel torneo cadetto. 

Da qualche settimana, è cominciata per lui una nuova avventura con la società presieduta da Nicola Germanà, particolarmente soddisfatto del suo arrivo: “Lanfranchi è un elemento di indiscussa qualità e di notevole esperienza, doti fondamentali per la crescita in vasca e fuori dei ragazzi del vivaio. E’ una persona, inoltre, molto seria, solare e con i compagni sempre prodigo di consigli. Averlo a disposizione – conclude Germanà - mi riempie di gioia e determina in me anche un pizzico di nostalgia, poiché mi torna in mente il periodo in cui lo allenavo al Club Nuoto”.
A Lanfranchi è stata affidata la squadra Under 13, che si è sempre ben comportata, in passato, nel torneo regionale di categoria, centrando per sei anni di fila la prestigiosa qualificazione alle finali siciliane. Prosegue, intanto, quotidianamente, nella piscina scoperta dell’impianto natatorio “Cappuccini”, la preparazione delle formazioni Under 11, 13, 15, 17 e della maggiore. L’obiettivo per tutti è farsi trovare pronti all’inizio dei campionati di pertinenza, che prenderanno il via nei prossimi mesi. L’entusiasmo è contagioso e costante la voglia di migliorarsi; un biglietto da visita ideale, quindi, per fare bene senza precludersi alcun obiettivo.

Vota questo articolo
(0 Voti)
Torna in alto